News

Messa a fuoco vol.2

Betti Inchiostro

Da piccola non amavo essere al centro dell’attenzione. Sono sempre stata dietro la macchina fotografica. Adoravo usare la mia reflex per poi rinchiudermi in camera oscura e dare vita ai miei scatti. Aver smesso mi ha lasciato un vuoto enorme. Arrivata a vent’anni ho conosciuto una persona, anche lui amante della fotografia. Mi ha chiesto più volte di fargli da modella, ne ero lusingata, ma mi vergognavo e l’ho sempre rifiutato. Però più passava il tempo, più ci legavamo, più lui mi faceva sentire bella e disinibita, così alla fine ho accettato e ho deciso di provare. Tolto l’imbarazzo iniziale, mi sono subito sentita a mio agio, e il risultato è stato migliore di quanto mi potessi aspettare. Non mi sono mai sentita particolarmente carina, ma più foto vedevo, più iniziavo a piacermi. Più tatuaggi c’erano sul mio corpo, più mi trovavo interessante.

Betti Ink

Quello che faccio, lo faccio semplicemente per una condivisione, non mi interessa l’approvazione altrui. Se le mie foto risultassero provocatorie, tanto meglio. La mia immagine stimolerebbe un insieme di pensieri e argomentazioni molto più accurati e profondi, rispetto a una semplice approvazione legata all’appagamento visivo.

La fotografia ha un ruolo importante nella mia vita, ma l’attività artistica che coltivo di più è il disegno, che riveste un ruolo indispensabile nel mio lavoro principale. Poi, se non sono troppo stanca, cerco anche di essere una brava “donnina di casa”. In alternativa passo le mie serate dipingendo e scarabocchiando solo per me, oppure mi diletto nel cucirmi qualche abitino. Le cose che non mancano mai sono il dedicarmi ai miei cuccioli e guardare qualche bel film.

10250805_435476906598948_1691840954_n

Ogni volta che scatto con un nuovo fotografo ho il timore che possa sperare in qualcosa di più del semplice contatto professionale e lavorativo, quindi prendo delle precauzioni, prima fra tutte, il mio compagno è sempre con me su ogni set. Sono pienamente convinta che tra fotografo e modella debba esserci una buona complicità, ma dato che è la modella a starsene nuda, il fotografo non dovrebbe permettersi troppe libertà, o assumere con lei atteggiamenti che potrebbero offenderla. In caso di interesse personale, direi che una ragazza che si presta a mostrare il proprio corpo a centinaia di persone, abbia abbastanza coraggio per chiedere di approfondire un rapporto.

Betti Inc 2

Prima di intraprendere questo percorso, ho preferito parlarne con la mia mamma, la mia sorellina e la mia nonna. Oggi, ogni volta che vado a trovarle, mostro loro gli scatti nuovi. Spesso mi aiutano a scegliere cosa pubblicare e cosa scartare. La mia più grande paura è sbagliare, fare un errore irreparabile, ferire e deludere le persone che amo. Non ho passato un’infanzia del tutto felice, ma ciò che sono oggi lo devo proprio a questo. Probabilmente se mi vedessi camminare per strada da bambina, passerei oltre. Non avrei nulla da dirmi.

Luca De Nardo Photo

messa a fuoco vol.1
messa a fuoco vol.2
websta.me/n/betti_ink