News

Messa a fuoco vol.2

Flavio Di Nardo

Ciò che avverto di quest’epoca è la crescente ricerca di conferme, da parte di alcuni, attraverso le apparenze. Venendo a mancare le forme di comunicazione più elementari, come parlarsi e ascoltarsi a vicenda, sfoggiare il proprio essere, o l’immagine che si vuole dare di se stessi, diventa l’unico mezzo per crearsi una personalità. Il timore è forse quello di non essere accettati dalla società, o da gruppi di persone di cui si vorrebbe far parte. Siamo diventati una massa di disadattati a noi stessi.

IMG_5464

Coloro che posano per me, e conoscono i miei lavori, partono già con un’idea ben chiara di chi sono e cosa vogliono mostrare di se stessi. Il grado di provocazione è proporzionato a questa volontà. Ognuno di noi, a modo suo, provoca e desidera inconsciamente d’essere provocato, stimolato. Un’occasione per pensare e riflettere su se stessi, per liberare trasgressioni e paure seppellite: ricordarsi di essere vivi.

Ogni set è una storia raccontata attraverso dei gesti, o dei riti, come la preparazione di accessori e outfit creati ad hoc per il soggetto. Con ognuno di loro si instaura un rapporto diverso. Qualcuno dura tuttora sotto forma di una sana amicizia, altri solo in termini di feeling artistico. Ho sempre avuto rispetto per me stesso, quindi anche per le persone che lavorano con me. Quando sono su un set cerco di dare vita a una mia visione e nient’altro, ci tengo a tenere separato il lato umano da quello professionale.

fdn 2

Ovviamente, nella vita, mai dire mai, sarei ipocrita a sostenere il contrario, ma al momento non si è mai verificata una situazione del genere. Tutte le donne sono sensuali a modo loro, fa parte del loro dna. Alcune forse hanno solo bisogno di un mezzo per riuscire ad esprimersi, ma ciò non vuol dire che uno debba approfittarsene.

Ogni tanto, per scherzo, posto la scena di Blow-up in cui il protagonista è sopra la modella mentre la fotografa con impeto. A fomentare quella scena, purtroppo, il mondo si sta riempiendo di “fottografi” e di “fottomodelle” che non c’entrano nulla con la fotografia, il che va a ledere chi cerca di vivere questo ambiente in maniera professionale e rispettosa, sia in ambito lavorativo che in quello di una pura passione.

C’è un mondo intero di persone con pensieri diversi, forse simili per certi versi, ma pur sempre diversi da altri. Solo questo spalanca una dimensione sotterranea che alla maggior parte delle persone rimane sconosciuta, ma che ad altre, grazie a dio, è ancora ben nota.

IMG_3286

messa a fuoco vol.1
messa a fuoco vol.2
www.flaviodinardo.com