News

Slaveland

con Luis Quiles

 

I censori tendono a fare quello che gli psicotici fanno: confondono la realtà con l’illusione

David Cronenberg

Credi non ci sia proprio nulla da salvare nella censura?

Non per me. Vorrei essere libero di scegliere se vedere o meno qualcosa. In caso non mi andasse, potrei sempre chiudere gli occhi. La censura è simile a una menzogna, una menzogna per la gente, e io non la gradisco. Ho sempre preferito la crudezza della verità.

Che importanza ha assunto la provocazione ai nostri giorni? Credi sia davvero l’unico modo per attirare attenzione sul proprio messaggio?

Penso sia una scelta personale, in ogni opera: cercare applausi o, più semplicemente, provare a far riflettere. La provocazione è un modo per disturbare, offendere e irritare alcune persone, ma anche un modo per scuotere le coscienze. Il più delle volte non sono io a cercarla, è solo il mio modo di esprimermi, e molte persone sono così facili da provocare…

slaveland_by_gunsmithcat-d7cz9vt

Chi sono i veri “schiavi sessuali”?

Tutti quelli che sono costretti ad avere rapporti sessuali, naturalmente, ma forse anche quelli che sono dipendenti dal sesso.

Limiti tra arte e pornografia:

Non ci sono limiti.

Il vero “Predator” degli organi genitali:

I nostri pregiudizi sul sesso. Non facciamo che nascondere i nostri genitali come dei mostri in una grotta.

the_walking_dead_by_gunsmithcat-d729w3m

Dov’è possibile trovare ancora la bellezza, in un mondo invaso dagli zombie?

In molti luoghi. Nell’arte, ad esempio. Tante volte le cose belle o brutte sono solo nei nostri occhi.

Sembra tu abbia una passione per i videogiochi. Credi che, un po’ come il sesso, la Nintendo sia strettamente correlata a uno spirito creativo?

Solo riguardo i videogiochi classici, coi nuovi mi sento perduto. Mi piace trasformare “quasi” tutto in un feticcio sessuale. Il Nintendo è solo uno dei milioni di argomenti che conservo nella mia mente.

Close Friends + I belong to You

Credi che il termine “fobia” sia il più adatto a definire un certo modo di rapportarsi con l’omosessualità?

Non credo sia corretto. Non si tratta di paura, ma di odio. Molte volte usiamo il dizionario in modo sbagliato, non solo in questo caso.

Il social network: una buona cosa oppure una trappola per l’ispirazione?

Non sono un amante della tecnologia, ma il mondo cambia e bisogna imparare a viverci. A ogni modo non è necessario diventarne dipendenti e dimenticare le cose tradizionali.

La colonna sonora più adatta alla tua opera:

I Nirvana.

Thanks

Little Prince