News

Messa a fuoco vol.1

Ilaria Pozzi

 

La donna nuda è una donna armata

Victor Hugo

Quando ho fiducia in chi mi fotografa non mi pongo il limite di quanto sono svestita, per me l’importante è dare il mio contributo nel creare belle immagini. La fotografia è un’arte, un grande mezzo di comunicazione e d’informazione. Vivendola lavorativamente, per me conta molto la professionalità, il rispetto per le persone e per il materiale che si produce insieme. Non considero molto coloro che si dimostrano interessati soltanto al lato fisico, la provocazione è la componente che mi interessa di meno.

Cerco di capire bene cosa mi viene chiesto, a volte sul set ci sono molte persone, quindi la situazione è un po’ caotica. Quando si è in pochi, di solito, c’è più tranquillità. Un set che mi è rimasto impresso è stato quello con Andreas Bitesnich. Mi ha contattata, dandomi tutte le informazioni necessarie, ci siamo accordati, e il mese successivo l’ho raggiunto a Vienna. È venuto a prendermi all’aeroporto e siamo subito andati da lui, in una grande casa con molti piani dove vive e lavora.

Giorgia Borneto

Ho trascorso giornate intense a parlare di fotografia, tra stampe e libri. Abbiamo scattato durante un pomeriggio, all’ultimo piano, insieme al make up artist e due assistenti. È stato molto interessante, perché conoscevo già i suoi lavori, e realizzarne uno con lui mi ha dato l’opportunità di imparare molto sulla fotografia di nudo. Odio la monotonia, per fortuna il lavoro mi porta sempre in posti diversi, a fare cose più o meno diverse. Le abitudini a cui non rinuncio quasi mai sono una tranquilla colazione e qualche puntata in streaming prima di addormentarmi. Anche se apparteniamo a generazioni diverse, i miei sono molto tranquilli riguardo le mie scelte e il mio stile di vita. Mi hanno dimostrato di poter contare sul loro appoggio. Mia madre racconta che ha usato il passeggino ben poco con me. Anche dopo numerosi tentativi riuscivo a scendere e le dicevo “su quello ci vai tu, io vado a piedi!” Non lo ricordo, perché ero troppo piccola, ma credo fosse già amore e voglia di affermazione. Una volta ho sognato di essere su una torta di compleanno alta come una candelina, vedevo le decorazioni e la scritta tanti auguri, e a ogni passo lasciavo le mie impronte sulla glassa. L’unica mia paura è di non riuscire a realizzare tutto ciò che vorrei.

Christopher Morris 1

messa a fuoco vol.1
messa a fuoco vol.2
ilariapozzi.com