News

Zanardi

Con Flavio Pistilli

zanna cover

Da dove nasce questo tuo sprezzo verso tutto e tutti? Sei davvero così stronzo?

No, sono anche più stronzo di quello che sembra! Lo sprezzo nasce dal fatto che viviamo in una società di merda che ha perso tutti i valori, ogni possibile punto di riferimento. E in una società simile, se non fai lo stronzo, prima o poi lo prendi nel culo.

Credi che gente come Colas ti stia dietro per autentica devozione?

Colas è costretto a stare dietro, è nel suo DNA! Se non fosse per me, che con intelligenza e astuzia guido e governo i suoi muscoli, Colas vivrebbe meno dell’efemera.

Com’è andata realmente col righello?

Chiederlo ai diretti interessati lascia il tempo che trova. Ricordo però lo sguardo delle sbarbe: era rivolto principalmente al mio batacchio, nonostante Colas abbia fatto di tutto per presentarsi in “buone condizioni” (vedi gli “smanettamenti” vari prima di sfilare l’accappatoio).

“Il verde… è matematico”?

Allo stato attuale delle cose chi potrebbe mai contraddire Zanna!? È matematico: siamo tutti al verde!

//Stop!//

“Ci facciamo” più per noia o per incrementare il livello di esperienze?

Ci facciamo perché non ci amiamo abbastanza! La noia, le esperienze negative, sono solamente un pretesto per chi purtroppo non ha la forza e il coraggio di vivere.

Mettendo da parte la modestia, credi che le tue doti di attore siano state apprezzate dovutamente dal cinema italiano?

Non saprei dire, certo è che non credo che i film fatti finora mi abbiano portato grossa fortuna. Sia chiaro, sono soddisfatto e orgoglioso del mio percorso artistico, ma conosco attori che hanno avuto più fortuna e considerazione di me pur avendo interpretato ruoli molto meno interessanti.

Più in generale, come dici che è messa la settima arte ai nostri giorni?

Vive un momento povero, sì: povero di idee e povero di interpreti di livello. Come altre arti ha subìto l’effetto della commercializzazione e inevitabilmente la qualità ne risente.

lu purk

Dopo Zanardi e Antò lu purk credevi che saresti entrato a pieno titolo nel dorato mondo della fiction?

A pieno titolo? È una vostra personalissima considerazione, ma purtroppo per me non è affatto vera. Lavoro poco e soprattutto ho poche possibilità di mettermi in mostra, in quanto anche i provini sono diminuiti drasticamente. Insomma, poco lavoro per “i soliti pochi”.

Ne Gli anni spezzati sei Gianni Panara, un leader carismatico della lotta armata. Fino a che punto la forza di un’ideale è in grado di giustificare un’azione terroristica?

Anche se i nostri politici e la nostra classe dirigente fanno di tutto per mettere a dura prova il sistema nervoso degli italiani, credo fortemente che la violenza non possa essere mai giustificata, a nessun livello.

Credi che in Italia certe ideologie “di piombo” siano ancora un ricordo sbiadito?

Le ideologie “di piombo” erano sicuramente da condannare per il fatto che si usasse il mezzo più sbagliato per affermarle. Oggi non le vedo possibili, semplicemente perché non vi sono più ideologie, la società attuale sembra vivere in uno stato vegetativo persistente.

Ti sentiresti davvero “meno solo ad Amsterdam”?

La condizione di “meno solo” o “più solo” purtroppo non è una questione geografica, è una condizione interiore. È la risultante di diversi fattori interconnessi, quali affettivi, sociali, professionali, ecc. Sembrerà strano ma, personalmente, mi sento meno solo in luoghi meno affollati.

Le tue paure:

Sinceramente ho difficoltà a cercare una paura tra le paure. A pensarci bene però, e a rischio di sembrar banale, dico che ho paura di perdere la curiosità per le cose belle che la vita ci offre.

Le tue speranze:

Al contrario delle paure, di speranze ne ho tante, ma sicuramente il desiderio più grande è quello di riuscire ad essere un papà all’altezza di tale nome.

Thanks

pistilli