News

Passing Time

Con Frans Hofmeester

Lotte1

 

Artista, fotografo e regista olandese, con la passione per lo sport e i concerti, è padre di due figli che lo hanno reso noto al mondo intero.

Com’è nata l’idea di documentare la crescita dei tuoi figli?

Tutto è iniziato nel 1999 con la nascita di mia figlia Lotte. I cambiamenti che ho notato nel suo sguardo nelle prime due settimane di vita mi hanno sorpreso, ho pensato che giorno dopo giorno li avrei dimenticati. Stava accadendo tutto così velocemente che ho sentito urgente il bisogno di documentarlo in modo da mantenere intatti i miei ricordi. Le reazioni di parenti e amici sono subito state entusiastiche, mi hanno dato una motivazione in più per continuare. Così quando tre anni dopo è nato Vince, ho fatto lo stesso anche con lui.

Niente a che fare con una specie di ossessione o ansia per il tempo che passa?

Ho avuto modo di scorgere il battito del tempo con i miei occhi. Spesso il tempo sembra prendersi gioco della nostra capacità di ricordare: ciò che ricordiamo corrisponde sempre alla realtà? Semplicemente, non volevo che la mia memoria fosse vittima di qualche inganno.

È stato sempre agevole convincerli a posare?

Ho iniziato girando sessioni di dieci secondi ogni tre giorni, nel periodo in cui non vi è coscienza e i cambiamenti risultano molto più suggestivi, poi i tempi tra una ripresa e l’altra si sono chiaramente allungati. A volte non ne avevano voglia, allora gli ho chiesto di parlarmi dei loro giochi, se avevano vinto o perso, cose così. In questo modo li ho convinti a completare le riprese.

Lotte2

Qual è il fine del tuo lavoro?

Sin dall’inizio è stato più che altro una specie di rito. Creavo un editing da mostrare ai parenti a ogni loro festa di compleanno. Ora credo che sarebbe bello se l’intero lavoro potesse essere proiettato in una galleria o in un museo, in modo da dare alla gente la possibilità di assistere allo sviluppo di Lotte nei tempi necessari. La versione originale è di circa trenta minuti, un tempo non adatto al web, così ho deciso di accelerarla e aggiungere una melodia piacevole. Nel mese di Aprile 2012 ho pubblicato entrambi i film sia su Vimeo che su Youtube.

Il tuo portfolio comprende anche alcuni disegni. Non credi che ogni tipo di registrazione distolga un po’ lo sguardo da ciò che è un puro godere dei momenti della nostra esistenza?

Senza alcun dubbio. Come arrampicarsi su una roccia non è lo stesso che assistere. Una foto o un film non è la stessa esperienza di una vera scalata lì fuori.

Se avessimo il potere di fermare il tempo, e tutte le sue azioni sul mondo, credi che vivremmo più tranquilli?

Sì, credo proprio di sì.

Sembra che i tuoi figli siano molto orgogliosi del lavoro del padre. Insegnerai anche a loro la tua visione delle cose?

Di tanto in tanto ci spero. Penso a cose come la musica o l’arte… Ma poi mi tornano in mente le parole di un profeta:

I vostri figli non sono i vostri figli.
Sono i figli e le figlie del desiderio che la vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi, non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri.
Perché essi hanno i loro pensieri.
Potete ospitare i loro corpi, ma non le loro anime,
Perché le loro anime abitano la casa del domani,
che voi non potete visitare, neppure nei vostri sogni.
Potete sforzarvi di essere come loro, ma non cercate di renderli simili a voi.
Perché la vita non torna indietro né indugia col passato.

Thanks

Frans H

Video
www.franshofmeester.nl