News

Elvis Lives

In Rome

Chi c’è dietro questo “poliedrico” sorriso?

Due ragazzi che hanno preso in mano la situazione e deciso di crearsi un posto di lavoro, senza aspettare inutilmente che qualcuno gliel’offrisse. Se vuoi vederci ti basta fare un giro a via dei Volsci e buttare un occhio dietro la vetrina, siamo quei due soggetti sempre indaffarati o a piegare magliette o a piegare magliette.

Perché Elvis e non Jim Morrison o Hendrix?

Semplicemente perché credo non abbia mai indossato una camicia a fiori, era un Rocker non un hippy.

Ci arrivate a fine mese?

In genere i commercianti a questa domanda rispondono con un “no” e poi attaccano pippe interminabili sulle tasse, ecc. Poi però dopo dieci anni te li ritrovi sempre lì. Sì, ci arriviamo. Con un po’ di fatica e senza pochi sbattimenti, ma ci arriviamo.

È un caso ritrovarsi con la propria attività in un quartiere come San Lorenzo?

Assolutamente no, è una scelta ragionata. Al Pigneto sono tutti rilassati, a Monti patinati, e a San Lorenzo stanno tutti sul pezzo. C’è tensione, se fai un lavoro creativo non puoi farne a meno.

Com’è la tua città?

La più bella del mondo, peccato non sia anche la più civile.

Quella di Elvis Lives è una dimensione kitsch piuttosto variegata. Vi occupate di macchine Lomography, orologi Casio, mostre e “aperitivi cafoni”: è una questione “di stile”, o anche un po’ di necessità?

Sarò sincero, è assolutamente una questione “di stile”.

Tra i cadaveri dell’iniziativa “Muori” di Les baguettes du mal.com ci siete anche voi. Esiste un modo per tenersi a debita distanza dal ciclo “Produci Consuma Crepa”?

Sono cresciuto con la voce di Giovanni Lindo Ferretti che mi urlava “Produci Consuma Crepa” nelle orecchie, ho sempre pensato che non solo è difficile tenersi a debita distanza, ma è impossibile non caderci dentro. Può cambiare lo spirito con cui lo fai, ma alla fine ci sei dentro anche tu.

“I tempi non sono favorevoli”, “la crisi”, ecc. Credi sia un fenomeno reale, prettamente economico, o solo un mare di balle per coprire strafalcioni frutto di interi cicli di incompetenza e raccomandazioni?

Puoi fare domande più brevi? Non ti seguo.

C’hai ragione…

Comunque se fosse una scusa per coprire il frutto dell’incompetenza di chi ci ha governato e amministrato in questi anni, temo non basterebbero decenni per venirne fuori. Spero vivamente che si tratti di una reale crisi economica, se é vero che la storia é ciclica, tra qualche anno saremo tutti più felici.

Sei fiero di essere italiano?

No, nel senso che non mi interessa. Non mi sono mai chiesto se fosse importante e se bisognasse esserne fieri.

A quanto pare, nel giro di qualche decennio saremo tutti più o meno fottuti. Come vi vedete di qui a una cinquantina d’anni: Elvis will live again?

Non sono ancora sicuro se sperare di essere fottuto tra una decina d’anni, oppure se ritrovarmi ancora a lottare tra cinquanta. Ne possiamo riparlare?

Ok. Thanks